Massaggio….Messaggio

Quando BGM aveva circa 2 mesi,
abbiamo frequentato il corso di massaggio neonatale AIMI presso l’ospedale in cui è nato

All’epoca si trattava non solo di imparare una “tecnica” bensì di apprendere una via in più di comunicazione, oltre che essere un’occasione per restare a contatto con altre neo-mamme e  il prezioso aiuto delle ostretriche

Devo dire che BGM ha sin da subito mostrato un atteggiamento particolare :
a differenza di molti altri (la maggioranza, all’epoca) dei bambini, non si gongolava abbandonandosi al dolce tocco, lui continuava a guardare in giro,
insomma era più concentrato su quanto succedeva attorno piuttosto che su quel nostro momento

e, poichè una puerpera non ha evidentemente un limite alle paranoie mentali, questo mi aveva causato non pochi dubbi… ero convinta di non rispondere a delle sue esigenze, di annoiarlo o, peggio ancora, di violarlo

Con il tempo, abbiamo approfondito la nostra conoscenza anche da questo punto di vista

Ho imparato a comprendere quanto mi è stato possibile carpire del suo universo interiore
e, di conseguenza, a rispettare i suoi spazi e le disposizioni

tutto questo, anche e soprattutto, tramite i segnali del suo corpo, tramite il riflesso del massaggio

Ho appreso che è un bambino molto sensibile
che la comunicazione tra mente e corpo è salda
e le manifestazioni sensibili del suo corpo (apprezzare il massaggio in un punto piuttosto che in un altro e la durata) ne sono la pura estrinsecazione

Di questa pratica ho apprezzato anche la portata formativa socio-emotiva :

il corpo memorizza il “dolce tocco”, invoca la mente e l’essere si forma in grado di distinguere il valore del contatto rispettoso da quello che viola la sua essenza, rifuggendo quest’ultimo con cognizione

il corpo memorizza il tocco e la mente prende consapevolezza del tutto
io sono, io sento, io imparo a conoscermi

Sono passati due anni dalla prima esperienza,
è cambiato tutto
ed è cambiato niente

siamo cresciuti come persone, ma anche come “dualità”
e ci troviamo ancora a comunicare e a conoscerci avvicinandoci e distanziandosi in questo dialogo sensoriale e di vibrazioni

Il pensiero si manifesta nella parola;
la parola si manifesta nell’atto;
l’atto si sviluppa in abitudine;
e l’abitudine si solidifica in carattere.
Sorveglia quindi con cura il pensiero e le sue strade,
e fa che esso sgorghi dall’amore nato dalla premura per tutti gli esseri.

Buddha

3 pensieri su “Massaggio….Messaggio

  1. La mia fortunata è stata che l'offerta proveniva dal centro nascite, all'epoca pure io non avevo una benché minima informazione!
    Ad ogni modo, ci sono una miriade di modi per saldare il legame, il messaggio è solo una briciola fra le molte!

    Grazie per esser passata!
    Un abbraccio

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...