La Linea del 20: come funziona.

Ecco Leone, quasi 5 anni (manca poco, a Novembre).
Il libro è la Linea del 20 di Camillo Bortolato dell’ Edizioni Centro Studi Erickson
Mentre il fratello più grande faceva altri esercizi, abbiamo guardato insieme alcune pagine.
L’esercizio invitava a indicare la quantità senza contarla e scriverla.
Come si può vedere dal video, la comprensione e la decifrazione è stata automatica.
Dopo averlo osservato intensamente in piena Kulike (termine hawaiano per indicare quello stato in cui ti fondi con un’altra cosa o persona, unendoti dall’interno, sperimentandone le sue sensazioni…insomma il mettersi nei panni di un altro), ho pensato al dado.
Questo tipo di esercizi/approccio così impostato ha una forte presa mnemonica ed interiore perché usa uno schema simbolico forte e preciso: l’intelligenza del dado.
Come si può vedere dalla pagina inquadrata nel video, i puntini sono disposti in ordine: una manifestazione tipica nel nostro mondo la quale crea una risposta evocativa che attiva la nostra memoria.
La memoria è il legame che, dal segno, conduce al simbolo e gli dà vita e significato.
Ritorniamo ora al dato e pensiamo alle sua facce:
se al posto di questo
0   0
   0
0   0
trovassimo questo immagine/facciata, saremmo così rapidi nell’individuare immediatamente la quantità?
0
0
0      0     0
L’efficacia del dado è proprio collegata con questo suo ordine, talmente radicato nel nostro archivio mentale da poter evocare la quantità senza bisogno di contare i puntini.
Il riconoscimento è immediato perché il segno diviene simbolo, un codice per richiamare lo schema mentale di cui la memoria è il collegamento insostituibile e indispensabile.
Ne “La Linea del 20” si può notare lo stesso schema.
In quei momenti, il bambino/la bambina non sta semplicemente svolgendo un esercizio prodromico di matematica, sta ancorando sistemi di memoria e di decodifica simbolica di grande importanza.
L’’intelligenza del Dado e l’efficacia di simili esercizi e approcci risiede nella capacità di rappresentare e conoscere un frammento di verità – senza analisi e deduzione, bensì – tramite la scintilla del punto di corrispondenza tra sponde di uno stesso fiume, il simbolo e l’eco che esso desta nella memoria.
Risorse:
La Linea del 20, Camillo Bortolato
Summa Symbolica, Gianfranco Carpeoro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...