Piccolo Hatha


Vorrei parlare di te, mio Piccolo Hatha,

di te che adoro chiamare *Angelo*, messaggero tra cielo e terra.

Tu che…quando ti guardo, mi riempi d’amore.

Tu, figlio della Madre Terra
Tu, cullato nel grembo al ritmo della tampura, del canto e della connessione universale.

Tu che ami stare fuori, restare a contatto con gli elementi naturali, sempre.
Tu, Oceano di melodie da te intonate anche nel sonno.
Tu che emani colori

Tu che ti muovi nel mondo col passo sicuro di chi è in armonia col proprio Essere

Tu che ami muoverti nella competenza di chi vuole fare da solo,
di chi accoglie gli aiuti come strumento per interiorizzare,
per poi muoversi in autonomia

Tu che ami contemplare le stelle e la luna :
il buio di un terrazzo o di un prato sono la tua naturale tribuna d’osservazione.
Tu e la Luna : l’emozione dell’incontro, una connessione che va oltre la nostra immanenza, di cui tu custodisci in segreto l’essenza.
Tu che ami tentare, metterti alla prova,

 impegnarti,

creare, ….vivere!

Tu, con i tuoi sorrisi e i tuoi impeti di pathos :
un inno al qui ed ora, portavoce di un messaggio di universale eternità.
Te lo ripeto sempre, lo scrivo anche qui :
Grazie per averci scelto come tua famiglia

1 Aprile

Toccare, sentire con le dita,
accogliere con gli occhi,
prendere, bagnare, strizzare,
manipolare.
I colori vibrano,
gli intenti plasmano,
l’impegno ristora

Poi, si nasce.
L’aquila in questo periodo è nella stagione degli amori.
Non depone ancora le uova, lei.
L’aquila che prende vita nella nostra storia, si.
E’ una mamma amorosa e forte.
Veglia le sue uova, in attesa della schiusa.

Primavera,
ciclo di vita.
La farfalla si disvela

il sole crea giochi d’ombre :
un teatro di storie.

Acqua e Terra,
elementi che si uniscono

creando magia, creatività

e benessere
Semplici momenti che si espandono,
travolgendo la troposfera,
la forza e le grandezze vettoriali,
la velocità, le orbite, il moto rettilineo.
Discorsi, domande, sensazioni.

Siamo qui.

Essere in Apprendimento

La tendenza in casa nostra 
è di fare qualsivoglia cosa,
solo se lo si sente,
quando lo si sente.
Così, giusto ieri – 4 gennaio – abbiamo dato vita 
ad un piccolo cerimoniale per salutare e ringraziare il 2013
e darei il benvenuto al 2014.
Un circolo di mesi che segna le tappe della rivoluzione sul proprio asse
e della rotazione della Terra intorno al Sole.
Un circolo che pare lontano ma che in concreto ci coinvolge quotidianamente
con la sua scansione di giorni e stagioni;
la rotazione tracciata sull’asse
mostra la sua vicinanza al Sole durante i mesi estivi 
per poi via via allontanarsi “creando” i nostri inverni.
Rivoluzione e Rotazione
 Ruotando su se stessa ed intorno al Sole,
la nostra (palla-bambino) Terra ha abbracciato il concetto di tempo e spazio,
permettendo di ridestare nella memoria alcuni degli eventi vissuti,
mese dopo mese, fino a raggiungere,
in un’ottica  di circolare avanzamento,
il presente mese di gennaio 2014.

OK, ora facciamo un salto in avanti.
Prendiamo per mano l’espressione “eventi vissuti”,
spogliamola della connotazione passata assunta nel periodo di cui sopra
e agghindiamola di una veste presente, attuale,
declinandola – in questo caso – nel termine
BOWLING.
La prima partita in 4,

che divertimento, 
che bella atmosfera di collaborazione.

Io poi adoro osservare in silenzio i più giovani figli della Terra.
Amo cercare di cogliere i discorsi metaverbali
che intrecciano l’un l’altro.
Non importa se è la prima volta che si incontrano,
ogni gesto è degno di nota e di attenzione reciproca.
La loro interiorità, anche quella indirizzata al lato sociale,
è come se celebrasse la socialità dell’Altro.

Poi, ancora, da mamma mi sciolgo nel vedere 
quel frugoletto di 14 mesi che, competente e partecipe,
si sente a proprio agio nel suo corpo, osserva intorno,
prende parte a quel  citato dialogo metaverbale,
che si interessa, che aspetta il proprio turno,
fa scorrere la palla per poi lasciare il posto.

Che onore viene concesso a noi genitori!
Io vorrei chiudere qua, sarebbe una conclusione retoricamente perfetta,
ma me ne infischio delle regole e voglio incidere ancora un’emozione.
Credo che il pensiero che fra un anno potremmo ufficializzare
il percorso di non scolarizzazione, stia emozionando
e coinvolgendo con un certo impatto tutta la famiglia.
Ultimamente, non a caso, mio marito mi sta ponendo questa specifica domanda :
“Ma quando dovremo iniziare ad insegnargli qualcosa?”
E’ una domanda di grande importanza,
non tanto per il dato di superficie, ma per tutte le considerazioni che permette di fare.
In realtà è da quasi 5 anni che gli stiamo “insegnando”,
in realtà, nella più verace realtà,
è da quasi  5 anni che LUI sta apprendendo da sé “tutto”.
Perché dovrebbe cambiare qualcosa allo scoccare dei 6 anni?
Lo so, fa paura, non ci siamo abituati.
Ci hanno negato così tanta fiducia da far risultare necessario
ed imprescindibile l’indottrinamento mirato al fine di qualsivoglia apprendimento.
Eppure, ogni genitore lo sa che le colonne d’ercole non esistono
a proposito dell’Essere. Si perché di questo si tratta :
Essere (e non fare).
E’ questa la formula magica del benessere che abbraccia tutto,
il Primo Motore.
Eppure, anch’io ho modo di viverlo e di vederlo
in quei tanti momenti della giornata…
…quando nemmeno la pipì che urge riesce a mettere in pausa
la trama di un’avventura che sta prendendo forma;
…quando, per esempio, anche alle 10 di sera le domande e i discorsi
su…cervello, emisferi, arterie, sugli usi del Qatar*, 
su un puzzle da finire, su… prendono piede
e gli occhi pieni di sonno cambiano umore 
seguendo la scia dell’entusiasmo e della curiosità.
In effetti, senza forzature ed interferenze,  
non ci sono orari o contesti predefiniti per il nostro
“Essere in apprendimento”.

* Nello specifico, la falconeria

Flash

Siamo tornati da poco da un fine settimana al mare.
Il fine settimana del vide grenier!!!
Potevo perdermelo??
Certo che no!

Con soli 28 € abbiamo portato a casa :

8 capi d’abbigliamento per il piccolo Hatha (5 in perfetto stato, 3 “da casa”)
2 maglie per me
3 collane
3 libri sui dinosauri
2 libricini per il piccolo Hatha
4 dinosauri (miniature)
1 puzzle Djeco
1 portalibri/oggetti

Devo un attimo soffermarmi su quest’ultimo.
Eccolo

Per lungo tempo ho adocchiato questo tipo di struttura in negozi montessoriani, i costi, però, erano proibitivi!
Ceduto a soli 5 € : siano benedetti i mercatini delle pulci!
Tornando al nostro soggiorno,
siamo tornati per la prima volta col piccolo Hatha in quel mare in cui ci immergevamo, in cui ci ascoltavamo, in cui sognavo di chiamarlo Oceano (e ancor ora son convinta che quel nome avrebbe calzato col suo essere).
Lui era radioso, tutti noi lo siamo stati,
tra bagni, piccioni, passeggiate, musica…
BGM era euforico, non vede l’ora di tornare!
Nel frattempo, le giornate qui a casa trascorrono tra vecchi e nuovi interessi.
La scala delle grandezze
con la quale il Piccolo Hatha si relaziona in modo sensorio e tattile 

Assaporare le grandezze

Il sistema solare usato da BGM per il suo lato “intellettuale” (pianeti & co.)
e dal Piccolo Hatha, come sopra per le grandezze

il fascino della linea tonda

Il puzzle sugli animali del mondo (Djeco)

I carillon (in foto quello ricevuto in dono grazie al gruppo di baratto e regalo)
e la musica (ho scoperto che il piccino adora la musica jazz)

Dinosauri in ogni salsa.
Nella foto qui sotto si vede la casetta (ancora in buono stato!) usata come rifugio per i dinosauri usciti dalle anomalie spazio-temporali (termine conosciuto e piaciuto grazie ad una serie canadese sui sauri)

Buona settimana a tutti noi

Di….Dinosauri

Stanotte ho pensato di fare una sorta di riepilogo sui supporti e sul contorno che circonda questa passione dinosauresca,

sia come dolce ricordo se e quando i suoi interessi saranno altri,
sia come modesto feedback per chi sta vivendo o vivrà la stessa passione (legata alla fascia dei treenni)
sia come occasione (non si sa mai!) per ricevere altri consigli/feedback.

SUPPORTI CARTACEI 

 Dinosauri A-Z  Dinosauri A – Z , Emme Edizioni (età di lettura consigliata 5 anni) : seguendo l’ordine alfabetico, svariati dinosauri vengono proposti tramite immagini e spiegazioni.
  Alla scoperta dei dinosauri – Ed. Edicart.  : testo in 3D con suoni di sottofondo al voltar di pagina. E’ misero come quantitativo di informazioni, ma rispetto ad altri, tratta la questione dell’estinzione (età di lettura consigliata : 3 anni)
 - dinosauri  pop-up sonori  I Dinosauri- Ed. Istituto Geografico De Agostini : altro libro in 3D con suoni di sottofondo. Il testo suddivide e tiene conto dei periodi dell’era mesozoica (età di lettura consigliata 3 anni)
Dinosauri. Con immagini lenticolari. Con poster Dinosauri con immagini lenticolari – Ed. De Agostini : un libro ben fatto, con immagini ed informazioni trattate in modo avvincente, comprensibile e esaustive. All’interno è contenuto anche un poster 3d del T-rex con finestre e dati sulla sua anatomia. Consigliatissimo (età di lettura consigliata : 8 anni)
 Lo scomponi-sauro del giurassico – Ed. Macro Junior : testo giocoso per creare esemplari unici e fantasiosi di dinosauri. Oltre a questo aspetto ludico, fornisce qualche informazione sui singoli sauri (originari)

–  Dinosauri (con lente d’ingrandimento) – Ed. Crealibri.  Ben fatto, informazioni pertinenti (età di lettura consigliata : 5 anni).

–   Dinosauri, Geronimo Stilton – Ed. Piemme. Altro libro a carattere enciclopedico di valida qualità  (età di lettura consigliata : 8 anni)

–  Metà uccelli, metà draghi, i dinosauri – Ed. EL – Un libro da guardare, leggere, da usare ma anche da trasformare grazie agli autoadesivi e alle pagine prefustellate (età consigliata : 8 anni)

–  Libro omaggio del Parco della Preistoria, Rivolta D’Adda : oltre a consigliare di fare una gitarella, suggerisco di non sottovalutare il testo!
– Cos’è, cos’è, cos’è?  Il libro dei dinosauri ed. BGM.  Un quaderno ad anelli nel quale andiamo ad aggiungere  le informazioni che troviamo in giro. Una bella soddisfazione!
 “Dai dinosauri all’uomo” – Dami Editore.  

SUPPORTI VIDEO

FILM :

– Jurassic Park
– Jurassic Park, il mondo perduto
– L’era glaciale, l’alba dei dinosauri

Approfondimenti scientifici :

– L’impero dei dinosauri, documentario National Geograpich  DVD
– Nel mondo dei dinosauri BBC  (video youtube)
– 


MATERIALI AFFINI

– Modellini animali Bullyland e Schleich
– Mappamondo e cartina alla quale incollare gli adesivi dei dinosauri (per collocazione)
– Vulcani e Asteroidi fai da te quando la tematica dei suoi giochi inerisce all’estinzione
– Fossili e reperti creati con pasta di sale e i modellini da sotterrare, cercare e ri-attribuire
Memory dinosauri – Ravensburger
– Terra, erba, boschi, prati (veri!) dove lasciar correre la fantasia dinosauresca


LUOGHI/EVENTI

– Mostra Days of Dinosaur  [terminata il 30 luglio]
– Parco della Preistoria Rivolta D’Adda
Parco Lost World, San Secondo di Pinerolo
– Spettacolo : Walking with dinosaurs


LINK :


Parco Preistoria
Approfondimento sui dinosauri

Riepilogo random, rapido e risolutore

…risolutore del mio broncio e della mia stizza! Mi manca aggiornare questo angolo, ne sento così tanto la mancanza! Le parole scritte, modificate, corrette e riscritte..i commenti, gli aggiornamenti del blogroll.. tutto mi manca tutto!
Da tempo pronostico di tornare ad aggiornare, non dico di pari passo (come mi era possibile quando BGM era più piccolo e io non lavoravo) ma almeno con ridotta distanza!
Il primo passo verso questo obiettivo è proprio questo stesso medesimo post!
Ho deciso di radunare i reperti fotografici delle attività svolte tra settembre e i primi di ottobre.
Forme geometriche ritagliate e usate per creare disegni

Excursus sul fuoco e la sicurezza

Materiale : carta, acqua, terra



fuoco



acqua che spegne il fuoco, la dose di acqua deve essere proporzionale
se no si ottiene il risultato contrario e non sperato

terra che spegne il fuoco

 e l’evoluzione di un’attività in un’altra

Riflesso e giochi di luce

Reazioni chimiche già conosciute ma applicate in altri contesti
aceto e bicarbonato solitamente usati per il vulcano,
ora al servizio del palloncino

Curiosità pratiche sul coordinamento occhio- mano

una matita e un piatto di carta : proviamo a scrivere/disegnare

lancio e bersaglio : il tiro e la mira sono capacità che si affinano con la crescita

Oh mamma come sono felice!
Ora ho tutto il resto da caricare ma ce la posso fare!! Su!

Ci sarebbe molto altro come
l’amore per le costellazioni e per questo strumento  (il planetario clementoni),

la dedizione quotidiana di BGM per il disegno, tant’è che la raccolta mensile dei disegni, come suggeritomi tempo fa da una mamma,  è diventata alquanto faticosa, ci sono disegni ovunque e sempre più minuziosi (dal corpo intero e generale alla pupilla)

i progressi con il francese e… l’inglese… introdotto in via sperimentale dalla sottoscritta circa un annetto fa e abbandonato per chiari problemi logistici.. è rispuntato per mano del pargoletto che di punto in bianco ha sciorinato con contestualizzazione i numeri e molti termini in inglese attingendoli da dvd e dai libri di Eric Carle [poco fa ho letto un post di Domenico de “come creare una scuola familiare” nel quale diceva che loro i film li guardano solo in lingua, siano essi italiani o giapponesi o tedeschi.. ecco, io ne condivido la filosofia ma per ora l’ho applicata unicamente sui libri e su lingue da me conosciute…ok, quindi ci fermiamo a tre.. va beh!]

e tutto ciò che i quasi due anni e mezzo comportano : giochi strutturati, “no le regole le decido io.. mamma tu sei un drapido [bradipo ndr],non la scimmia”, “cosa stai facendo/dicendo/mangiando…?”  “come mai???” etc. etc. etc.
e le prime ponderate scelte :
-“Mamma, basta Chistiano [Cristiano è il maestro del corso Suzuki ndr]ho paura, non piace cantae davanti a tutti”  quindi basta Suzuki ed evviva la consapevolezza di sé!!!
[da mamma a mamma.. quando me l’ha detto mi sono commossa!!]
“Scelgo io le scappe”
etc.

Ok, il tempo è scaduto

sono così felice!!

Alla prossima!

Buco nero

Questo è uno dei nuovi materiali presenti nell’ambiente.
L’immagine di un buco nero che sta inghiottendo una stella.
BGM spesso si sofferma ad osservare.
Ultimamante lo sento anche raccontare storie

tra me e me, cerco ad ogni occasione di perdermi nel suo mondo
la mia bussola però, è esigente e limitata
e il fluire di intrecci e trame rimane un tesoro solo suo

Eclissi, Luna Rossa

Il 15 giugno ci aspetta un evento imperdibile!!

L’eclissi totale centrale di luna, detta anche luna rossa!

La Luna non sarà eclissata dalla Terra, all’apice si troverà al centro del cono d’ombra che la Terra proietta nello spazio!

Per la prossima occasione del genere si dovrà attendere il 2018!!!

Sperando di riuscire a scrutare a dovere il fenomeno,
noi ci siamo preparati per il countdown (cosa che ci permette di orientarci nella linea del tempo quotidiana..districarsi tra oggi, ieri, domani è un’astrazione che si padroneggia solo con il tempo e la crescita; a tal fine, spesso – quasi ogni giorno- ci aiutano guardato le foto recenti e contestualizzando con le date)

Non vediamo l’ora!!
Per altre informazioni : http://www.uai.it/web/guest/home