Sole francese

Fine settimana francese,

tra riflessioni, orizzonti e bagni.

La natura

contenitore di vita

Nuove prove, sfide ed abilità.

La spontanea amicizia solidale, quella effimera, silente e verace.

E poi i numeri…

Un universo per così poco immediato,
così tangibile per BGM, 
ultimamente concentrato sulle misure

Passando dalle prove ai riscontri e ai cenni sulla scala di grandezze

si giunge alle conversioni da millimetri a centimetri

Ed è con la stessa naturalezza che mi son trovata a ricoprire il ruolo di stupita spettatrice e scriba del dettato qui sotto riportato. L’errore è mio, appena citata la natrice, lui ha intonato un “no, non la natrice, il saettone”, ma, poiché io in quel frangente non avevo ancora compreso il suo intento di creare una sequenza in crescendo sulla lunghezza (l’ho già detto di non esser così brillante nell’ambito logico-matematico, vero 😀 ), ho ignorato la correzione trascrivendola lo stesso in quella postazione grafica.

E poi ancora,
perline colorate da svuotare, travasare, leccare, sistemare 

o per creare serpenti, in disparte

Ed infine la bilancia dei numeri.

Luogo fisico di equivalenze e analisi numeriche,
 tra branchi di felini con tot mamme e tot cuccioli

e la sua prova del 9 in veste di sensoria quantificazione

1 Aprile

Toccare, sentire con le dita,
accogliere con gli occhi,
prendere, bagnare, strizzare,
manipolare.
I colori vibrano,
gli intenti plasmano,
l’impegno ristora

Poi, si nasce.
L’aquila in questo periodo è nella stagione degli amori.
Non depone ancora le uova, lei.
L’aquila che prende vita nella nostra storia, si.
E’ una mamma amorosa e forte.
Veglia le sue uova, in attesa della schiusa.

Primavera,
ciclo di vita.
La farfalla si disvela

il sole crea giochi d’ombre :
un teatro di storie.

Acqua e Terra,
elementi che si uniscono

creando magia, creatività

e benessere
Semplici momenti che si espandono,
travolgendo la troposfera,
la forza e le grandezze vettoriali,
la velocità, le orbite, il moto rettilineo.
Discorsi, domande, sensazioni.

Siamo qui.

2013…2014

                                           Il 2013 mi hanno detto esser finito,

mi dicono sia iniziato il 2014.

Io ci credo, non lo avverto, ma lo so :

è così che tutto nasce, cresce e si trasforma,

in modo naturale, placido, senza bruschi scatti.

Gli ultimi giorni del 2013 ci hanno lasciato anche questo :

attività condivise

sulle forme



Nuovi modi di usare le monete, la loro sonorità,

la loro interazione con la suola della scarpa, l’equilibrio,

l’attrito, etc…





Un meraviglioso libro-gioco sulla mitologia,

argomento di grande interesse e accolto anche nel programma

di  Home-trippin’


Storia di Pitone


Nuove mani che sondano e scoprono

gli elementi che ruotano intorno alla pista delle biglie




e la sensazione sfaccettata delle lettere rugose,

una divertente opportunità per il piccolo Hatha che, come ogni petit touche-à-tout,

ama sentire, a tutto tondo…e declinare una delle sue parole preferite “totto”  (nel senso di “sotto”)

in “totto”, nel senso di “otto”;

un’arricchente attività per BGM che, a occhi coperti,

ha condiviso con la sottoscritta la pratica del vedere con le dita,

a occhi chiusi, non contemplati.




Tante emozioni, 

ludiche, spirituali, percepite, nominate, ingigantite, accolte, riscoperte,

ci hanno accompagnato.


Faccine di casa nostra. Tutorial di Homemademama


E poi, sempre lei, 

la Francia…La lingua francese,

in casa



come nelle braccia della sua patria.


Il Piccolo Hatha dans la flaque


Siamo tornati con nostalgia e desiderio di bere ancora un altro sorso di questa cultura.

In questi giorni ci ho pensato molto. 

Si parla di studiare le lingue, si inizia sempre prima, il che è meraviglioso ed importante!

Eppure manca qualcosa. 

Esiste un punto di discrimine tra lo studiare ossia il sapere una lingua straniera e il viverla!
Proprio in questo punto si stanzia il ponte della passione, dell’amore che trascende e che ti porta
a ragionare con un ritmo cardiaco in sintonia con quella cultura e la sua patria,
che ti conduce a saper cogliere le sfumature di vita, da quelle comiche a quelle intellettuali, a quelle pratiche.

E’ una questione che assolutamente prescinde dalla grammatica didattica,
dal numero di parole conosciute, dagli anni di studio in stile scolastico.

Sono la prima ad esser entusiasta verso queste moderne opportunità linguistiche,
ma auguro prima di tutto di attraversare quel ponte e di abbracciare la/le patrie viscerali.

Tornando a noi,

il soggiorno ci ha offerto l’occasione di rifocillare la biblioteca francofona.

Tiens voilà!


Livre_jeu du permis, ed. Nathan = libro preso al volo, credendo che sarebbe piaciuto solo al piccolo Hatha pe via della sua passione per les volets. Al momento è bottino di BGM

Vive Les Livres, Jane Blatt = bellissimo libro. Poche parole, belle immagini.

Dors bien Arc-en-ciel, Marcus Pfister = be’, che dire, è famosissimo in ogni lingua. Una garanzia!

Prout-Prout, ed. Usborne = ehm libro che ha solleticato l’ilarità di BGM. Il prout è proprio l’onomatopea 
del suono di un derrière brouyant 

Barbapapa : La ferme = libro sonoro che il Piccolo Hatha adora! Molto semplice e colorato, in pieno stile barbapapà

Les Animaux de la Jungle, ed. Fleurus : libro enciclopedico sugli animali della giungla. 30 pagine intere di parole e spiegazioni lette quotidianamente e senza possibilità di pause! Divorato, divoraturo!

Les Loups, ed. Dididoc = libro sui lupi con finestre e indovinelli. Adatto dai 5-6 anni.

Où vas-tu? ed. Hemma = libricino piccino picciò per bimbi dall’anno in su. Anch’esso con volets.

Le jour où maman est arrivée en retard = è un libro gratuito inviato (previa mia richiesta) dalla fondation A et P Sommer, sotto l’egida della Fondation de France per sensibilizzare la relazione antispecista. E’ proprio un bel libro!



…………………..

Come dicevo, siamo tornati col ancora sete di Francia.
Qualche confronto e infine una mezza decisione :

au pair.

Non è ancora definitivo, ma l’idea è di accogliere una ragazza au pair francese quest’estate!

Io ci spero! Vedremo!


Dunque, 
questo post è già eterno,

ma devo continuare!

Le nuove passioni non possono attendere.

Ecco, la dama



ed ecco il gioco dell’impiccato



due nuovi modi di condividere il tempo, con piacere e lentezza!

E poi ci sono le evoluzioni del piccolo Hatha che

ci sta guidando nella conoscenza della sua colorata personalità.

Proprio in questi giorni abbiamo scoperto che la sua insofferenza al seggiolone

era legata ad un fattore di indipendenza : il voler mangiare da solo.

E così te lo vedi lì, con quel musetto, quelle manine, quegli occhi concentrati

mentre, soddisfatto ed impegnato, giostra la presa e l’impugnatura della posata per mangiare tutto da solo.

Oppure lo guardi e ti rendi conto che la sua comprensione (sia in italiano che in francese)
 va oltre quanto tu possa pensare.

O ancora, lo osservi e ti lasci ammaliare dal suo Essere,

dalla sua forza, dalla sua costanza, dalla sua determinazione, dalla sua sicurezza,

dai suoi occhi ebbri di latte e di sonno…


Ciao 2013 e grazie..anche per esserti 

evoluto nel 2014!



Noi stamattina abbiamo iniziato così,

con un tributo alla nostra Terra.




Oufff devo misurare tutto io?



Si tratta del puzzle magnetico da muro della Janod 

che ora ha fissa dimora nella cucina, proprio dietro il tavolo!

170 cm di lunghezza per 100 cm di altezza.

E’ bellissimo!!

Bene, questo al momento è tutto!

Ho messo via

Dai a due bambini una corda,
la strattoneranno, entrambi la vorranno,
urleranno, rideranno,
si confronteranno
insieme creeranno qualcosa.
Dai a due bambini due corde,
una a ciascuno.
L’impulso di scoperta
li spingerà ad osservarla ed ispezionarla,
per poi abbandonarla,
annoiati, in solitudine.
L’uomo è un animale sociale e solidale.
C’è bisogno di contatto e genuinità.
Ho tolto il 90% dei giocattoli che ci soffocavano con la loro presenza.
Davano solo fastidio.
Tolto tutto,
è rimasto lo spazio per vivere,
creare, fare.
E’ rimasto il necessario.
Terra, sassi, legno, foglie,
corde, carta, colori,
risate, idee…
travaso di una “figlia” di basilico

Nido di cartapesta

Flash

Siamo tornati da poco da un fine settimana al mare.
Il fine settimana del vide grenier!!!
Potevo perdermelo??
Certo che no!

Con soli 28 € abbiamo portato a casa :

8 capi d’abbigliamento per il piccolo Hatha (5 in perfetto stato, 3 “da casa”)
2 maglie per me
3 collane
3 libri sui dinosauri
2 libricini per il piccolo Hatha
4 dinosauri (miniature)
1 puzzle Djeco
1 portalibri/oggetti

Devo un attimo soffermarmi su quest’ultimo.
Eccolo

Per lungo tempo ho adocchiato questo tipo di struttura in negozi montessoriani, i costi, però, erano proibitivi!
Ceduto a soli 5 € : siano benedetti i mercatini delle pulci!
Tornando al nostro soggiorno,
siamo tornati per la prima volta col piccolo Hatha in quel mare in cui ci immergevamo, in cui ci ascoltavamo, in cui sognavo di chiamarlo Oceano (e ancor ora son convinta che quel nome avrebbe calzato col suo essere).
Lui era radioso, tutti noi lo siamo stati,
tra bagni, piccioni, passeggiate, musica…
BGM era euforico, non vede l’ora di tornare!
Nel frattempo, le giornate qui a casa trascorrono tra vecchi e nuovi interessi.
La scala delle grandezze
con la quale il Piccolo Hatha si relaziona in modo sensorio e tattile 

Assaporare le grandezze

Il sistema solare usato da BGM per il suo lato “intellettuale” (pianeti & co.)
e dal Piccolo Hatha, come sopra per le grandezze

il fascino della linea tonda

Il puzzle sugli animali del mondo (Djeco)

I carillon (in foto quello ricevuto in dono grazie al gruppo di baratto e regalo)
e la musica (ho scoperto che il piccino adora la musica jazz)

Dinosauri in ogni salsa.
Nella foto qui sotto si vede la casetta (ancora in buono stato!) usata come rifugio per i dinosauri usciti dalle anomalie spazio-temporali (termine conosciuto e piaciuto grazie ad una serie canadese sui sauri)

Buona settimana a tutti noi

Rieccoci

Rieccoci qua.

Il piccolo che dorme poppando placidamente,

il “grande” in esplorazione dalla nonna.

Stanno cambiando i ritmi del cucciolo, come se lo scoccare del 7o meseversario avesse aperto nuove finestre.

Lo chiamo Moto Perpetuo, quel frugoletto sempre in movimento.


Tenta di gattonare, si alza in piedi aggrappandosi agli oggetti e fa sentire la sua voce, il piccolo argomentatore.

Oggi ci siamo alzati alle 4.30

La giornata è iniziata presto tra canzoni e cucina, fino alle 7.30 quando ci ha raggiunto GM.

Il sole splendeva (questa mattina, ora non più), il tepore estivo.

Tra corse, osservazione di formiche e giri in bicicletta, è presto giunta l’ora di pranzo.

Il piccolo Hatha mi ha dato una mano a realizzare degli oggetti sensoriali :



– un bicchiere (ah quanto piace quel rumore da compressione) con carta velina
    –> agli occhi di GM valido anche come uccello-aggeggio volante da acchiappare nel gioco della giostra

– i primi “travasi” per creare le famose bottiglie sonore

– il primo tassello di un memory sensoriale. BGM ne aveva uno in legno che, però, non è più utilizzabile. La difficoltà di reperirne uno uguale e il costo non indifferente, mi ha spinto a fare una ricerchina su Pinterest et voila l’idea : tappi grossi di metallo come basi per vari tessuti-materiali. Questo primo è composto da velcro (la parte più morbida).


Libro sensoriale “Mano Manina”
collana Zero Tre.


Nel frattempo ( per esser più precisi, in concomitanza di un riposino del piccino), BGM ed io ci siamo dilettati con un po’ di quiz su…. su…. su…. sui dinosauri, ovviamente!


No, la passione non è ancora finita, ma ci stiamo evolvendo!
Da qualche settimana a questa parte si sta interessando ai mammiferi preistorici :
riusciremo forse ad uscire dall’Era Mesozoica?

Nel primo pomeriggio, ci siamo tuffati nella sabbia!

La prima volta per il Piccolo Hatha!
Ne era estasiato!
E…si, ne ha anche mangiata un pochetto, ma il mondo lo si scopre assaporandolo, no?

La giornata è ancora lunga, ci aspetta l’ultimo incontro di Musicainfasce (Gordon), ma ho così soooonno…
ho il desiderio di saltarla, sigh!

Aprile! Aprile!

Ho pochissimo tempo,
non so se e quanto il cucciolo dormirà ancora!

Di corsissima :

il piccolo Hatha, da una settimana a questa parte, ha iniziato a stare seduto da solo senza supporti!

Iniziano nuove esplorazioni!

Siamo tutti tornati alla base di lavoro raso terra.

In questi giorni,
lui è preso dal perfezionamento della motricità grossa della diade braccia-mani e dalla scoperta dei materiali (legno, metallo, ma anche noci con guscio, bambù, etc)
mentre BGM mantiene vivo il suo interesse per i dinosauri, applicandolo alle letture, ai disegni su fogli o tela o – new entry – creando mega-puzzle ,

o, ancora,

nei primi tentativi di scrittura (a mano o con le lettere in legno) in una quasi sincronia con l’interesse per la lettura (sempre dai tratti dinosaureschi)

In questo periodo ha anche re-introdotto il francese, trainando tutti noi nell’entusiasmo della “riscoperta”!

Rispondono poi all’appello le prime attività condivise come il memory sonoro

Set didattico 'Memory acustico', completo

Il tempo è scaduto.
Meglio di niente!

La stanchezza – in alcuni giorni (come oggi) – è tanta,
ma è addolcita da una sensazione di più ampio respiro : tutto è come deve essere!

Di….Dinosauri

Stanotte ho pensato di fare una sorta di riepilogo sui supporti e sul contorno che circonda questa passione dinosauresca,

sia come dolce ricordo se e quando i suoi interessi saranno altri,
sia come modesto feedback per chi sta vivendo o vivrà la stessa passione (legata alla fascia dei treenni)
sia come occasione (non si sa mai!) per ricevere altri consigli/feedback.

SUPPORTI CARTACEI 

 Dinosauri A-Z  Dinosauri A – Z , Emme Edizioni (età di lettura consigliata 5 anni) : seguendo l’ordine alfabetico, svariati dinosauri vengono proposti tramite immagini e spiegazioni.
  Alla scoperta dei dinosauri – Ed. Edicart.  : testo in 3D con suoni di sottofondo al voltar di pagina. E’ misero come quantitativo di informazioni, ma rispetto ad altri, tratta la questione dell’estinzione (età di lettura consigliata : 3 anni)
 - dinosauri  pop-up sonori  I Dinosauri- Ed. Istituto Geografico De Agostini : altro libro in 3D con suoni di sottofondo. Il testo suddivide e tiene conto dei periodi dell’era mesozoica (età di lettura consigliata 3 anni)
Dinosauri. Con immagini lenticolari. Con poster Dinosauri con immagini lenticolari – Ed. De Agostini : un libro ben fatto, con immagini ed informazioni trattate in modo avvincente, comprensibile e esaustive. All’interno è contenuto anche un poster 3d del T-rex con finestre e dati sulla sua anatomia. Consigliatissimo (età di lettura consigliata : 8 anni)
 Lo scomponi-sauro del giurassico – Ed. Macro Junior : testo giocoso per creare esemplari unici e fantasiosi di dinosauri. Oltre a questo aspetto ludico, fornisce qualche informazione sui singoli sauri (originari)

–  Dinosauri (con lente d’ingrandimento) – Ed. Crealibri.  Ben fatto, informazioni pertinenti (età di lettura consigliata : 5 anni).

–   Dinosauri, Geronimo Stilton – Ed. Piemme. Altro libro a carattere enciclopedico di valida qualità  (età di lettura consigliata : 8 anni)

–  Metà uccelli, metà draghi, i dinosauri – Ed. EL – Un libro da guardare, leggere, da usare ma anche da trasformare grazie agli autoadesivi e alle pagine prefustellate (età consigliata : 8 anni)

–  Libro omaggio del Parco della Preistoria, Rivolta D’Adda : oltre a consigliare di fare una gitarella, suggerisco di non sottovalutare il testo!
– Cos’è, cos’è, cos’è?  Il libro dei dinosauri ed. BGM.  Un quaderno ad anelli nel quale andiamo ad aggiungere  le informazioni che troviamo in giro. Una bella soddisfazione!
 “Dai dinosauri all’uomo” – Dami Editore.  

SUPPORTI VIDEO

FILM :

– Jurassic Park
– Jurassic Park, il mondo perduto
– L’era glaciale, l’alba dei dinosauri

Approfondimenti scientifici :

– L’impero dei dinosauri, documentario National Geograpich  DVD
– Nel mondo dei dinosauri BBC  (video youtube)
– 


MATERIALI AFFINI

– Modellini animali Bullyland e Schleich
– Mappamondo e cartina alla quale incollare gli adesivi dei dinosauri (per collocazione)
– Vulcani e Asteroidi fai da te quando la tematica dei suoi giochi inerisce all’estinzione
– Fossili e reperti creati con pasta di sale e i modellini da sotterrare, cercare e ri-attribuire
Memory dinosauri – Ravensburger
– Terra, erba, boschi, prati (veri!) dove lasciar correre la fantasia dinosauresca


LUOGHI/EVENTI

– Mostra Days of Dinosaur  [terminata il 30 luglio]
– Parco della Preistoria Rivolta D’Adda
Parco Lost World, San Secondo di Pinerolo
– Spettacolo : Walking with dinosaurs


LINK :


Parco Preistoria
Approfondimento sui dinosauri

1984, il tempo non è lineare

1984
no, non è la mia data di nascita [spiritosa]
né il mio codice PIN [ancora più spiritosa!]

parlo di Orwell, ma in realtà parlo di noi.

Succede, infatti, di riprendere un libro in mano dopo vari anni,
accade, poi, che quello stesso medesimo testo riesca a toccare corde prima ignorate.

Succede anche che una lettura personale divenga oggetto di discorsi di tutta un’intera famiglia, senza distinzione di età.

Si aprono riflessioni e punti di vista prima non considerati,
ognuno dà il suo.

Ognuno.

Chi a livello emozionale

chi a livello letterale

chi metaverbale.

La ricchezza è proprio in questo. Non esistono confini, colonne d’Ercole, dettate da convenzioni anagrafiche.

Ci si sente e rende partecipi.

1984 è una data non-data pure per me, personalmente si intende.

E’ un vero azzardo di licenza poetica, retorica e cronologica [pazza!!]
ma 1984 per me vale anche a indicare il 22 giugno, come il 23 ed è addirittura associato al 24 giugno..2012!!

[parla a vanvera questa specie di blogger!!]

1984, quindi, mi riporta a questo fine settimana.

Ed è così che mi parla anche del mare, dei bagni, delle prime immersioni di BGM rigorosamente con occhialini (se mai dovesse passare di qua una mamma il/la cui figlio/a sembra irrigidirsi nei corsi di nuoto tanto da far supporre una sorta di ritrosia all’acqua, mamma, BGM era/é proprio uno di quelli..io lo definisco un autodidatta per natura).

Mi racconta anche di buche e impronte nella sabbia analizzate prima di esser annullate dalle onde con una certa forza intrinseca,

di pietre raccolte e divise tra levigate, rugose, …..

di elio, anidride carbonica e di stile di vita dei palloncini

di un fortino scoperto e di un excursus spazio-temporale animato da un pirata che si aggirava (BGM)

….e anche di piccoli grandi affari al vide grenier :  con 21 € abbiamo fatto una scorpacciata di 9 libri, un dvd, due giocattoli, due completi per Le P’tit Lion, un sacconanna e una lampada!

……………………

Stanotte ho sognato di trovarmi nel 1984 (come da libro), uscirò mai da questo tunnel?

BGM mi ha detto che Winston, però, è felice
Le P’tit Lion ha fatto capriole per tutto il tempo della lettura
…devo abbracciare la loro visione, sicuramente!

Argilla_ prima composizione

Questo elefante è la prima creazione in argilla di BGM.
Un vaso-elefante…o un elevaso, come si preferisce!
Tra le strenne c’era anche questo, un piccolo tornio in plastica a batteria (sui 10 € circa).
Io stessa (neofita) sono rimasta affascinata ed estasiata
dalla sensazione dell’argilla che si lascia forgare e scivolare tra le dita.
Delicatamente.
Un’eccessiva forzatura la devia.
Una volta lasciata asciugare, BGM ha completato la composizione con i colori,
soffermandosi molto sul tratto circolare e continuo richiesto dalla colorazione della parte interna,
un segno che ha del perpetuo, dell’ipnotico, del mantra.
Questa argilla era in dotazione con il tornio,
ora non mi resta che cercarne dell’altra nei dintorni
(ma le ricerche sembrano arenarsi,
non ci sono fonti qui vicino e non è tempo per surplus come le spese di spedizione,
è un peccato)