On parle en français

Dalla sua vita intrauterina (come adoro definirla), BimboGranMeraviglia è sempre stato sottoposto al suono della lingua francese, niente di che, io avevo bisogno di ripassare i miei appunti e lui era un fedele e appassionato ascoltatore.
Una volta nato, non sono mancate alcune letture in lingua, né tantomeno le filastrocche; ho provato a spingermi oltre ma avevo un blocco, non mi sentivo competente quindi, per evitare forzature, ho desistito di fronte al passo successivo.
Se-non-fosse-che-poi ho scoperto questo sito fantastico, gestito da una mamma spettacolare : www.bilinguepergioco.com
Oltre a proporre preziose risorse (compreso un e-book!), è anche un ottimo supporto per quelle che come me ritenevano di essere delle emerite incapaci!
Superato il blocco mi sono scoperta, ebbene si, competente!!! Incroyable!

Il fatto ancora più incredibile è che il piccolo koala ha mostrato interesse a tal punto da ripetere “ke ke?” (Qu’est-ce que c’est?”) “ballon” e altri termini!


Grazie mamma Letizia!