Calendario gennaio – febbraio – marzo

Qui di seguito un riepilogo delle attività proposte nella nostra zona.
Il mio memento sempre in aggiornamento.

Borgo medievale Torino

Per gennaio/febbraio :

18 gennaio, ore 15.30 
LA MATTONELLA MEDIEVALE 
Attività consigliata a bambini dai 4 agli 11 anni 
Ci sono molti modi per decorare una casa, un castello o una bottega. Durante l’attività 
queste diverse modalità verranno ricapitolate durante una passeggiata per le vie del Borgo. 
I genitori accompagnatori potranno portarsi la macchina fotografica, mentre i bambini 
avranno delle schede da colorare. Tutti insieme daranno infine vita ad una mattonella inedita, proprio come in un’antica bottega medievale.


Sabato 11-25 gennaio e 15 febbraio, ore 15.30 

L’ESTRO NEL SUONO 
Attività consigliata a bambini dai 4 agli 11 anni 
Nel corso dei secoli la musica ha sempre accompagnato la vita dell’uomo. Nel Medioevo 
melodie scandivano i momenti di lavoro, un banchetto, una festa o una battaglia. Agli 
strumenti più costosi si affiancavano quelli dei contadini, fatti con materiale povero. Dal 
guscio di noci alla zucca e ancora, dalla vescica del maiale, le melodie si fanno garbate ed 
emozionanti. Grazie al supporto di docenti di musica sarà possibile capirne e soprattutto 
ascoltarne il funzionamento, provando a costruire un oggetto musicale. 



Sabato 8 e 22 febbraio, ore 15.30 

MASCHERA DAL BORGO 
Attività consigliata a bambini dai 4 agli 11 anni 
Il Carnevale ha radici lontane, con variazione da regione in regione. Rimane alla base la 
voglia di mascherarsi, prendendo spunto da abiti spesso di epoche passate. In laboratorio i 
bambini costruiranno delle maschere, ispirate ai decori e alle immagini presenti al Borgo. 
fonte : http://www.borgomedioevaletorino.it/documenti/famiglie_2013.pdf


Castello di Rivoli

Week-end’Arte al Castello di Rivoli
Specie di spazi
Sabato 18 gennaio 2014 ore 15.30, Domenica 19 gennaio 2014 ore 15
Fonte http://castellodirivoli.org/articolo/week-endarte-per-le-famiglie/

 Fondazione Sandretto Re Rebaudengo

Domenica 19 gennaio
* Domenica 16 febbraio
* Domenica 16 marzo
Orario: dalle 16.00 alle 18.00
Le Domeniche per famiglie sono laboratori dedicati ai bambini dai tre ai dieci anni, aperti anche ai genitori: occasioni per vivere insieme gli spazi dell’arte contemporanea in modo attivo e giocoso.

Pinacoteca Agnelli :
19 gennaio : balla su pista
Sulla pista di collaudo dell’ex fabbrica FIAT si eleva lo scrigno progettato da Renzo Piano con le opere della collezione Agnelli, tra le quali “Velocità astratta” del futurista Giacomo Balla, che si impone tra le altre per le forme che suggeriscono lo sfrecciare e il rombo della macchina in corsa. A partire da queste considerazioni e successivamente alla vista delle Fiat 500 pressate di Ron Arad esposte in mostra, in laboratorio i bambini progetteranno di una vera e propria pista, su cui avranno modo di testare le loro macchine futuriste, frutto di un ragionamento sulla raffigurazione del movimento e con l’utilizzo di materiali di recupero al ritmo di musiche rombanti.

26 GENNAIO : IN REVERSE 
Durante la visita introduttiva i bimbi scopriranno la serie sovradimensionata di Cinquecento pressate e trasformate in Pressed Flowers per poi riflettere sulla lista di parole dalla quale è partito l’artista per rapportarsi ai materiali: “Arrotolare, piegare, ripiegare, accorciare, affettare, strappare, scalpellare, dividere, separare”. Così Ron Arad non solo inverte la funzione degli oggetti sui quali lavora, ma offre loro nuova vita. Durante il laboratorio ogni bambino avrà modo di decorare e costruire una macchinina di carta con l’aiuto di un’immagine sul foglio e in un secondo momento procederà come l’artista a pressarla per cambiarne la funzione.


2 FEBBRAIO COLLAGISTA 
Durante la visita saranno analizzate le Pressed Flowers di Ron Arad, paragonandole alle opere di John Chamberlain e Cesar degli anni ’60, e si ragionerà sul senso di profondità e sul caleidoscopio di colori che appare alla vista delle opere esposte. Durante il laboratorio sarà utilizzata la tecnica del collage indagandone le possibilità costruttive e decostruttive e creando una composizione di oggetti a partire da ritagli di giornali e riviste. Attraverso la scelta di forme, colori e figure, e la loro scomposizione e ricomposizione su cartoncino, ogni bambino avrà la possibilità di realizzare il proprio collage.

9 FEBBRAIO ERBARIO CONTEMPORANEO
Il titolo dell’opera di Ron Arad esposta in Pinacoteca Agnelli Dried Flowers comprendente le sei Fiat 500 schiacciate e appiattite, si riferisce “agli stessi metodi per mezzo dei quali i fiori, le piante, le farfalle e gli insetti hanno iniziato a essere conservati nei primi musei: venendo prima schiacciati e poi fissati con aghi, in modo da essere sistemati in modo piacevole ed esposti in vassoi per essere ammirati”. Durante il laboratorio ci si soffermerà su questo aneddoto ragionando sugli erbari. Con l’utilizzo di riccioli di carta, i bambini avranno modo di dar forma ad una personale idea di mazzo di fiori, che verrà successivamente pressato tra le pagine di un libro. Lo stesso verrà poi ricomposto assieme agli altri in un’opera collettiva, per la realizzazione di un erbario contemporaneo.


16 febbraio : in reverse

23 febbraio : balla su pista

2 marzo : collagista

9 marzo : in reverse

16 marzo : balla su pista

23 marzo : erbario contemporaneo

30 marzo : collagista 

fonte : http://pinacoteca-agnelli.it/visit/1134/domeniche-in-pinacoteca/#more


Museo nazionale del cinema, Torino

26 gennaio 2014
Spettacolo di lanterna magica.
Uno spettacolo vario in cui proiezione e narrazione si fondono, per rivivere la magia di quando il cinema non c’era e la lanterna magica proiettava viaggi fantastici e vedute di città lontane e meravigliose, buffi personaggi in movimento e favole dai colori sfavillanti, divertenti trucchi magici e tavole scientifiche, nei capannoni delle fiere ambulanti o sulle pareti dei salotti privati.
Età consigliata: 5-8 anni

Elenco completo delle attività : http://www.museocinema.it/museo_visita.php?id=175






Non solo Teatro, Pinerolo [fonte http://www.nonsoloteatro.com/]

Primo spettacolo ore 10,30 – Secondo spettacolo ore 16,30

Sabato 1 febbraio 2014
NARCISI

C’è una trapunta, forse un grande letto; nel mezzo c’è un grande cuscino, forse una culla; tra i cuscini, un cuscino un po’ speciale che piange, che ride, che piange, che ride… e i capelli? neri, corti, ricci; oppure biondi, rossi, lunghi, pettinati, legati o arruffati… e poi, quanto coraggio ci vuole per dire il primo “no”; il primo “è mio”; per camminare i primi passi senza la mamma? Per crescere insomma.
Crescere giorno per giorno senza farci caso, come si vede dalla foto… già… c’è la sua foto! Ce n’è una per me, una per te, una per ognuno di noi; sono fotografie che raccontano l’avventura del ritagliarsi un proprio modo di essere e di stare dentro questa… trapunta, grande come il mondo.
Età consigliata: da 1 a 4 anni

Sabato 8 febbraio 2014

PON PON
Una mamma gioca con dei gomitoli di lana in un mondo dove tutto è bianco; ma ecco che dal gomitolo più grande nasce Pon Pon… è un batuffolo tutto colorato, caldo, soffice, tenero e curioso. Quel gomitolo nuovo è tutto quello che i bambini possono immaginare che sia. I fili di lana si snodano raccontando l’incontro tenero con il cavallino che lo accompagna verso l’avventura. Come in una fiaba, Pon Pon incontra il gatto che gli diventa amico, la papera scherzosa padrona dell’acqua ma… attenzione, c’è sempre un pericolo da superare. La scena è una unica grande composizione di lane: gomitoli piccoli e grandi, matasse, fili e intrecci di diversi colori. Un materiale morbido scelto per suggerire la tenerezza dell’infanzia. Un materiale colorato per raccontare la ricchezza e la varietà degli incontri.
Età consigliata: da 2 a 4 anni


Domenica 12 gennaio 2014

A PROPOSITO DI PITER PAN 

Età consigliata: dai 3 anni
Domenica 19 gennaio 2014
ore 16,30
LA BELLA E LA BESTIA 

Età consigliata: dai 5 anni

Domenica 26 gennaio 2014
ore 16,30
PICCOLO ASMODEO 

Età consigliata: dai 5 anni


Compagnia melarancio, spettacoli a saluzzo  :

FAMELICO LUPO
Compagnia Il Melarancio
Domenica 12 gennaio 2012 – ore 17.00

IL CAMPANELLO MAGICO
I burattini di Mattia
Domenica 26 gennaio 2014 – ore 17.00

LA GRANDE PROVA 
DI PESCIOLINO AZZURRO
Teatro Manomagica
Domenica 9 febbraio 2014 – ore 17.00




Da tenere d’occhio : http://www.ludosofici.com/index.php

In ordine cronologico :

Gennaio :



– Sabato 11 ore 15.30 
L’ESTRO NEL SUONO,
Borgo Medievale, Torino


–  12 gennaio 2012 – ore 17.00
 FAMELICO LUPO
Compagnia Il Melarancio, Saluzzo


  12 gennaio 2014
Pinerolo


– 15 gennaio h 17.30


– 18 gennaio, ore 15.30 
LA MATTONELLA MEDIEVALE, 
Borgo Medievale, Torino


– 18 gennaio, Castello di Rivoli


– 19 gennaio, Castello di Rivoli

– 19 gennaio 2014 ore 16,30 LA BELLA E LA BESTIA Pinerolo


– 19 gennaio : balla su pista,
Museo dell’automobile, Torino


– 19 gennaio, ore 16 – 18 
Fondazione Sandretto Re Rebaudengo 

– 22 gennaio h 17.30


– 25 gennaio ore 15.30 
L’ESTRO NEL SUONO,
Borgo Medievale, Torino


– 26 gennaio 2014 – ore 17.00 
IL CAMPANELLO MAGICO
I burattini di Mattia
Saluzzo


– 26 gennaio 2014
ore 16,30PICCOLO ASMODEO 
Pinerolo
 

– 26 gennaio 2014
Spettacolo di lanterna magica.
Museo del cinema, Torino


– 26 gennaio, In Reverse
Museo dell’automobile, Torino


– 29 gennaio h 17.30


Febbraio :



– Sabato 1 febbraio 2014 
NARCISI
Pinerolo


– 2 febbraio, Collagista
Museo dell’automobile, Torino


– 8 febbraio, PON PON
Pinerolo


–  8 Febbraio, MASCHERA DAL BORGO,
Borgo medievale

– 9 febbraio, LA GRANDE PROVA 
DI PESCIOLINO AZZURRO
Saluzzo


– 9 febbraio, erbario contemporaneo
museo dell’automobile, Torino


– 15 febbraio, ore 15.30 
L’ESTRO NEL SUONO, Borgo Medievale, Torino


– 16 febbraio : in reverse, Pinacoteca Agnelli, Torino


– 16 febbraio Fondazione Rebaudegno 


– 22 febbraio, ore 15.30 MASCHERA DAL BORGO,
Borgo medievale, Torino


– 23 febbraio : balla su pista, Pinacoteca Agnelli, Torino


Marzo :



– 2 marzo : collagista, Pinacoteca Agnelli, Torino


– 9 marzo : in reverse, Pinacoteca Agnelli, Torino


– 16 marzo : balla su pista, Pinacoteca Agnelli, Torino

– 16 marzo Fondazione Rebaudengo


– 23 marzo : erbario contemporaneo, Pinacoteca Agnelli, Torino


– 30 marzo : collagista, Pinacoteca Agnelli, Torino
– in continuo aggiornamento –

Eventi ed iniziative [Preferiti]

E’ il periodo in cui fioccano eventi di ogni tipo, in ogni luogo.

Scovarli, valutarli, scegliere è così divertente (e a tratti frustrante : troppe belle proposte e assenza di ubiquità)!

Questa è uno degli scopi del progetto Home-trippin (diramazione del gruppo di più ampio respiro ” Semi di Lino “) : trovarli, proporre e organizzare piccole gite “tutti” insieme (chi può, chi vuole).

Per le numerose proposte appartenenti alla rosa dell’Home-trippin’ vi invito ad unirvi al gruppo su fb, se vi fa piacere e se siete in zona (Piemonte); mentre, per quanto riguarda questo post, voglio dare risalto ad alcuni eventi ai quali abbiamo (noi, in famiglia) strizzato l’occhio!

[ordine cronologico]

Una delle più belle iniziative è sicuramente ” A lezione con gli animali” organizzato dalla Lida Pinerolo ONLUS

insieme a  questa altrettanto splendida (che si terrà, però, a Arese)

Nell’alveo del teatro :

L’isola dei bambini organizzato da Nonsoloteatro a Pinerolo

Il primo spettacolo cade il 27 giugno, si tratta di Cenerentola

Questa versione della fiaba gioca con gli elementi magici che coinvolgono Cenerentola nelle sue avventure con la fata buona e nel rapporto con gli altri personaggi. Questa magia prende la forma di un’enorme sedia costruita con pezzi di legno che, nella logica del “marchingegno teatrale”, continua a trasformarsi e a creare ambienti sempre nuovi, modificando il suo aspetto originario di sedia per diventare… una carrozza!  continua http://www.nonsoloteatro.com/

Immagini dell’interno 2012 – Festival del teatro delle marionette, Pinerolo 14 -23 giugno –

(cliccare sopra l’immagine per il programma completo)

Il 24, invece, al Castello della Manta  il pomeriggio dedicato alle famiglie ha come tematica “Erbe officinali e antichi rimedi”.

Insieme alle guide due attori della Compagnia Aocchiaperti, raffiguranti un mago e una fata, conducono i partecipanti tra le maestose stanze e presentano storie, aneddoti e tante curiosità. I piccoli visitatori, inoltre, potranno diventare protagonisti della narrazione vestendo i panni di fantasiosi personaggi. Al termine gustosi assaggi di prodotti gastronomici tipici locali. continua http://www.giovanigenitori.it/appuntamenti/giugno-2012/copy_of_avventure-alla-manta

Questa è la mia lista personale dei Preferiti, insomma, non è assolutamente esaustiva!

Ora non resta che trovare il modo (= organizzazione) per perdersi il meno possibile!

E voi, che programmi avete?

Dinosauri, dottori, porcellini, ……..

Sto ripensando alle ultime due settimane,
non perché siano più degne di nota del resto del resto del tempo trascorso in generale.
Semplicemente, mi sono venuti in mente questi  giorni.
GM continua a coltivare il suo interesse per i dinosauri. Tempo fa, visionando un cartone (capitato per caso senza nemmeno sapere che parlasse di dinosauri) ha scoperto e memorizzato la dicotomia tra erbivori/carnivori denti piatti/denti affilati.
Fortuna vuole che a Torino, sino al 1 luglio, sia aperta la mostra The days of dinosaur; dico solo che ci siamo già stati 3 volte, l’ultima delle quali giovedì scorso. Ogni visita diventa un’occasione per soffermarsi su un nuovo particolare.
Una visita ad una splendida libreria (che consiglio se siete nei paraggi) si è rivelata una risorsa per l’acquisto di un nuovo testo sull’argomento edito da Emme Edizioni. Ciò che ho apprezzato (io) del libro è il fatto di aver lasciato un attimo da parte i dinosauri più noti, per far spazio ad altri nomi!

I tre anni, poi, credo siano un’età particolare, molto feconda in nuovi aspetti.
Lo noto da come si appropinqua ad ogni materiale o spunto inerente, sia esso in italiano, in francese (lingua secondaria) o in inglese (lingua di sua scelta)…dal suo continuo desiderio di fare, cercare, trovare soluzioni, seguire le attività.
Ad ogni modo, come dicevo nell’incipit, sto pensando a questi ultimi giorni e allo stile di vita che stiamo seguendo.
Forse è privo di routine, anzi, eliminiamo il forse
eppure è armonico (per noi, si intende…magari un po’ meno per il papà).
Ogni giorno non si sa cosa si farà, si segue il flusso.
Lo scorso sabato, per esempio, dopo una mattinata alla Farm Serenity Cow, arrivati a casa, BGM ha trovato il nonno impegnato a riparare i tubi dell’acqua del cortile : ecco una nuova occasione per collaborare e scoprire. Non è rientrato per un’ora!
Il tempo ci permette anche di girovagare abbastanza e
[volo pindarico non così azzardato : ]
ormai mi viene da sorridere quando mi dicono che i bambini non scolarizzati diventano asociali o non hanno occasione per socializzare.
Oltre al fatto che il socializzare, per essere tale, contempla ogni età, ogni varietà,
in merito al desiderio e alle opportunità di contatto con coetanei e compari, lo spirito e le occasioni proprio non mancano!
E pensare che sino ad un annetto fa a volte persino si allontanava infastidito.
Come ho sempre pensato..diamo tempo al tempo…e soprattutto a queste giovani vite!
Ovunque vada incontra amici nuovi o già conosciuti, il tutto con la spontaneità dei bambini che sa superare ogni confine, ogni convenzione.
Ultimamente è anche coinvolto nelle dinamiche di accudimento dei neonati ( = bambole) con lo slancio di chi sta crescendo e si sente grande e di chi adora coccolarsi nel suo passato. Un esempio è il mei tai : che occhietti radiosi l’hanno riaccolto!
Mi lascio portare avanti nel discorso dalla cronologia.
Venerdì il papà si è fatto male al piede..corsa al pronto soccorso, radiografia, stampelle, cure, fasciature..fortunatamente nulla di grave, per quanto doloroso.
In tutto questo trasmbusto, BGM ci ha offerto una nuova prospettiva di visione dell’evento :
il papà temeva si fosse spaventato, lui era letteralmente eccitato ed emozionato per il discorso dottori e cure mediche!
Ha voluto sapere tutto e continua a farselo ripetere. La radiografia è uno dei suoi gioielli preziosi insieme a tutti gli strumenti medici improvvisati e reali che ha in casa.
Insieme ai dinosauri (e ad altro di cui andrò a parlare), l’ambito “medico” e l’anatomia sono nella top ten dei suoi interessi tra giochi di emulazione, letture, domande.
Sabato mattina per esempio, partendo dalle sagome dei nostri corpi si è tessuto un telaio, un puzzle, di anatomia dell’apparato digerente

Senza considerare le ripetute letture del libro “Il Signor e la Signora Anatomia” e la ricerca sul corpo dei “tunnel” blu chiamati vene e quant’altro.

E poi arriviamo ad oggi.
Oggi è ufficialmente diventata la giornata dei 3 porcellini!
E’ nata così, dalla lettura del testo, dalla richiesta di creare delle casette, dalla voglia di usare la fotocopiatrice, dallo spunto fornito dagli attrezzi da giardino e da dei fili da cucito avventurosi tanto da nascondersi per non farsi trovare, scendendo a patti solo con il gioco del nascondino.
Qua, per esempio, vediamo la preparazione della scenografia


Un particolare della casa di paglia  (cartone + paglia attaccata con colla a caldo)

e della casa di mattoni  (cartone e colori)

Ecco, poi, un porcellino

il secondo fratello

 e il terzo (l’abitante della casa di paglia, come si può vedere dall’abito)

[- i vestiti sono interscambiabili -]

E ancora. Il porcellino nella sua casa

la casetta di legno (cartone e stecchini)

E, occhio, il lupo!!

La creazione di teatrini, di scenette, scenografie improvvisate con risorse concrete, con materiali poveri o con la pura fantasia, occupa senza ombra di dubbio una fetta incisiva del tempo trascorso..

Devo terminare così il mio riassunto sommario ed semi-istantaneo…ho un ippopotamo che mi insegue!

Mamme, voi capite l’urgenza, vero?

La fabbrica dei suoni

Domenica 15 gennaio,
sempre con il gruppo home-tripping,
abbiamo esplorato,
nooooo,
sondato,
nooooooo,
ok, ci sono,
SuOnaTo (al)La Fabbrica dei Suoni!!
Il percorso è molto interessate
e ben si concilia con ogni età
(noi ci eravamo già stati quando BGM aveva 15 mesi
e quella stessa domenica, presente all’appello,
un cucciolo di 7 mesi si è mostrato molto partecipe
e pronto a ritmare col corpo ogni sequenza invitante)
E’ possibile, anzi, richiesto (senza pressioni, si intende)
suonare e anche, si, far rumore
in un cammino diretto a sottolineare la differenza tra questi elementi cugini
che, certo, si possono unire grazie al Ritmo!
tavolo dei rumori
Partendo dagli strumenti musicali,
si strizza l’occhio alle vibrazioni vocali e strumentali.

Le attività sono molteplici,
c’è persino una sala colma di altalene!
L’interazione fa da padrone
e tutta la famiglia si ritrova coinvolta.
Personalmente, oltre ad apprezzare la visita in sé,
sono entusiasta di poter condividere questi momenti con altre persone,
nuovi straordinari compagni di avventura!
Alla prossima!

Mi piace cantare!

Un paio di giorni fa BGM ha ripreso in mano l’astuccio con le tessere del corso di musica,
non lo faceva da tempo.
Ha aperto, ha osservato,
si è seduto e ha iniziato a disporle secondo l’ordine di suo gradimento,
pronunciandone i nomi
e iniziando a ritmare con i legnetti…
Non è questo il dato che mi ha più coinvolta,
bensì la frase che con emozione ha pronunciato dopo
“Mi piace cantare*, è bello!”
Eravamo rimasti al “non mi piace cantare”
con il quale giustificava la sua assenza di interesse
e la sua contrarietà alla partecipazione al corso.
Non avevo dubbi.
Gli interessi vanno e vengono, altri rimangono per sempre, e poi, sono così individuali!
Da mamma avevo abbracciato il corso
per l’occasione in sé, senza pensare al futuro,
solo come un’opportunità di fare qualcosa (per ora insieme) di diverso e,
per la portata della musica, emozionalmente fondante.
Ferita e lesa la sua libertà di espressione e il suo modo d’essere,
aveva rifiutato il “pacchetto completo”
nonostante si trattasse di un ambito che da sempre l’ha coinvolto ed emozionato**   ***
Nella tranquillità e nel rispetto dei tempi,
ha ascoltato il suo essere e,
con istintiva consapevolezza, è andato a ricercare gli strumenti.
Tutto ciò mi ha riportato alla mente anche una lettura di questa estate che consiglio :

Ora, senza clamorosi voli pindarici, colgo l’occasione per :

– ricordare ai piemontesi (e non solo…: adoriamo i gemellaggi in forma di gita) il gruppo e il progetto home-tripping qui su blogger come calendario, qui su fb come gruppo di dialogo/confronto

– divulgare l’iniziativa di una splendida mamma calabrese : Il Primo Incontro sull’Homeschooling in Calabria   e il suo correlato evento su fb  . Il mio invito è quello di partecipare numerosi anche se non siete convintissimi sull’idea o sul futuro, informarsi è il primo passo per fare una scelta consapevole, qualsiasi essa sia  e, poi, è sempre bello incontrare e confrontarsi tra genitori, no?

———————————————————————-

*talvolta usa il verbo “cantare” come inglobante di “suonare”
** ultimamente è interessato ai madrigali, ciò nonostante ricerca e
 letteralmente si commuove per le musiche che ha ascoltato in grembo e nei primi mesi di vita
come la Ninna Nanna di Brahms, “Libiamo….”de La Traviata, alcune arie del Rigoletto
*** il che poi è affar comune di ogni terrestre (uomo, animale, vegetale), tutto è musica, tutto vibra.
 La musica è parte di noi, forse è per questo che, a mia volta, sono un po’ restia ai corsi

Visita al Centro Cicogne e Anatidi LIPU

Vicino a casa nostra esiste un’oasi speciale, spettacolare!
Si tratta dell’Associazione Centro Cicogne e Anatidi – centro federato LIPU – di Racconigi

Ci andiamo spesso da quando è nato BGM perchè è uno di quei posti che sa scioglierti e rilassarti
personalmente non vorrei mai andarmene via!

BGM ci è praticamente cresciuto. L’abbiamo portato per la prima volta quando aveva 3 mesi e da allora ci siamo innamorati!

Vedere animali protetti ma liberi (e non “liberi” come si propina in certe tristi realtà ora coloritamente definite “giardini zoologici”), intendo, proprio liberi liberi è appagante.. hanno vari laghetti recintati ma possono volare/svolazzare dove loro preferiscono

Famiglia di cigni
– Associazione Centro Cicogne e Anatidi, Racconigi –


Capita spesso poi di passeggiare lungo il sentiero accanto qualche anatra, oca, cicogna.. c’è quella che si avvicina incuriosita, chi si allontana, chi passeggia incurante degli umani…

Cicogna con rametti
– Associazione Centro Cicogne e Anatidi, Racconigi –

Ogni volta è una scoperta nuova tra flora e fauna ma, soprattutto, si avverte una travolgente empatia tra l’esterno e l’interno

Oca facciabianca
– Associazione centro cicogne e anatidi, LIPU, Racconigi –

Questo, poi, è il periodo delle cucciolate!!
Alla fine della passeggiate, abbiamo acquistato un libro fra i vari (li avrei presi tutti!!) :  “Gli uccelli delle Alpi” di Bruno Caula, Pier Luigi Beraudo e Massimo Pettavino

E’ un libro illustrato, BGM lo ha sfogliato subito da cima a fondo e ogni tanto (più di una volta al giorno) mi chiede di guardare delle foto. I nomi degli animali sono tradotti anche in francese, inglese e tedesco, più di così!! Sono proprio soddisfatta!!

So che il 2 giugno si terrà una lettura animata e dei laboratori per bambini su Cosa pensavi quando mi aspettavi? Storie su cicogne, nascite e adozioni
Da non perdere!!

Aggiornamento : diario venerdì- mercoledì

VENERDI

Venerdì mattina sono andata (obbligatoriamente) all’università quindi BGM è stato con la nonna.
Il pomeriggio è iniziato con una scorpacciata di letture (dalla nuvola Olga allo spazio), saziata questa esigenza, il piccolo koala si è dilettato in quelle che, tra me e me, ho definito “prove acustiche” ossia mutando in continuazione il posto (prima nell’angolo, poi solo contro il muro, poi dentro il mobile, etc) testa la differenza di recezione del suono che emette (è un esperimento che risale ai suoi primi mesi di vita, per fargli provare nuove percezioni sensoriali, lo invitavo a testare la differenza tra il suono udito normalmente e quello recepito con le orecchie tappate.. questa è la sua personale evoluzione)
Dopo di che è passato a colorare sul suo quaderno personale (un blocco notes completamente bianco – senza righe e quadretti -).
Terminato il momento, siamo usciti ..che goduria quel sole, quel caldo!… ci hanno permesso di sguazzare nella piscina.. ehm, sguazzare, c’erano due dita d’acqua ma tant’è… in concomitanza con le sue attività autodeterminate nella piscina (con pietre, annaffiatoi, etc.) ho predisposto del materiale : un catino con dell’acqua, un contenitore con borotalco e un vassoio con un po’ di sapone; una volta sistemato ciò, ho ripreso il mio posto.
Esaurito il suo interesse per l’attività autoproposta, il piccolo koala si è appropinquato al suddetto materiale :
constatato che il catino conteneva acqua, si è rivolto alla “polvere bianca” : tocca, tasta, tenta di sbriciolare ulteriormente, annusa e…. versa nell’acqua!  Mescola un po’.. in alcuni punti ci sono agglomerati bianchi, mi chiede se è come la farina, spiego che si chiama borotalco.
Rimane ancora un elemento : il sapone. Ci si può solo intingere due dita, è denso!
Mettendo il dito intriso di sapone nel catino si accorge che succede un fenomeno (non se ne stupisce.. la bellezza dell’età della possibilità .. ma se ne rende conto) :
in sostanza l’acqua ha una superficie che il sapone rompe!  [per informazioni sull’esperimento : http://www.crescerecreativamente.org/2009/05/esperimenti-scientifici-nella-scuola.html]

E’ ora di passare ad altro, BGM crea una minestra di acqua , sapone e pietre. Prima di gettare queste ultime nell’acqua, le ha divise per colore e poi, per grandezza, contandole nel mentre (sa scandire verbalmente fino a 10 e spesso tende a sostituire il nove con la ripetizione del termine “otto” ossia “sette, otto, otto, deci“).
Nel frattempo si è alzato un po’ di vento, un contenitore lasciato nella piscinetta inizia a spostarsi, BGM urla : “Bacca” (= barca)! E’ vero, il principio è quello delle barche (senza motore), il piccolo koala decide di dare una mano mettendosi a soffiare a sua volta, in questo approccio, sbatte le mani sul bordo e cosa compaiono? Dei piccoli vortici, spettacolari!

E’ ora di merenda, un momento di relax sulla sedia sdraio… nooooo, quale relax, c’è un animaletto lì sotto, è minuscolo, più piccolo di una formica ma si fa notare perchè ha un filo (come mi ha indicato BGM) : è un ragnetto!
Gli ho spiegato che quel filo è la ragnatela, la crea lui, la tesse per “delimitare la sua casa” e per intrappolarvi le prede.
Guarda chi passa, invece, lì sotto? Una Finca (= formica)! Ecco che il piccolo koala sbriciola un po’ di torta.. siiiiiii ne ha preso un pezzettino! Com’è forte!

Distesi per terra, vento e sole cullano e abbracciano così come il corpo e le braccia di una mamma stanno facendo cingendo il corpo di questo cucciolo d’uomo. Lo sguardo di entrambi è rivolto verso il cielo, la luna c’è sempre, è nostra abitudine salutarla “Che fai tu, luna, in ciel? dimmi, che fai, silenziosa luna?”

Si riprende l’attività, il piccolo koala vuole salire sul “tappeto elastico”, ama svolgere attività su di esso, penso lo concepisca come un suo spazio personale ben delimitato (mi ha illuminato il riferimento ai tappetini nel seguente post ) : tira su e giù la cerniera, corre in tondo, rotola e, infine, prende la palla, la fa girare proprio come fa la Terra… ecco la rotazione! e così via

Si passa ad altro : in equilibrio sul cordolo, aiuto, non è facile “mammaaaaaa mano!” … in equilibrio sul percorso di sabbia : molto meglio ma non per questo così semplice.
Riprende i suoi strumenti per la sabbia, riunisce un po’ di pietre e cosa nota? Ci sono degli agglomerati di sabbia, sembrano pietre, li prende in mano con fare sicuro come se la compattezza fosse quella dei sassi ma….. si sgretolano!
Si è interessato a queste differenze per un ampio lasso di tempo esaurito il quale era giù giunta l’ora di cena.. ci aspettano gli zii!
Un bagno caldo e.. si parte!

[musica di sottofondo per parte del pomeriggio : Mozart]

SABATO

Il sabato è un giorno particolare per BGM perchè può stare tutto il pomeriggio con il suo adorato papà. Da quando aveva 7 mesi, ogni sabato pomeriggio passano del tempo insieme in modo esclusivo (no mum allowed).
Durante il mattino, invece, papà Folletto lavora quindi la scansione del tempo rimane invariata.
In questo periodo, BGM è molto interessato agli aerei e agli elicotteri (oltre ad astronavi e satelliti artificiali), ho, quindi, pensato di offrirgli i mezzi per crearne uno tutto suo.
Anima del rotolo da cucina, rimasugli di cartone del tavolino creato per le ali e un cono di carta per la parte frontale

DOMENICA

Nel pomeriggio abbiamo presenziato a questo magnifico evento : http://www.fondoambiente.it/eventi/tutti-a-corte-2011.asp e gustato delle prelibatezze prodotte da dei gentilissimi e simpatici signori proprietari dell’agriturismo Il Baco da Seta

LUNEDI

Niente Suzuki, non avendo voluto dormire di pomeriggio ci siamo lasciati prendere dal giardinaggio nel terreno della futura casa e, perchè no, anche un po’ dallo skateboard.

Poichè in biblioteca ci eravamo imbattutti in un libro sui vulcani (accattivante perchè ben illustrato), con la sabbia abbiamo provato a crearne uno; per conferire un aspetto più concreto, con i colori primari abbiamo creato l’arancione da miscelare nell’acqua per fare la lava [Dalla scorsa settimana, il piccolo koala risulta affascinato da queste “creazioni” di colori, sto pertanto creando un piccolo poster che gli potrà essere d’aiuto come integrazione dei momenti di concreta azione. Lascio che sia lui a mettere i colori e a mescolare, è bellissimo sentirlo annunciare con entusiasmo la comparsa delle nuova tonalità].
In merito al vulcano, ci siamo fatti aiutare dal Sign. Castoro il quale, interagendo con il piccolo koala, in una sequenza (invariata in ogni riproposizione), ha esposto ma soprattutto compreso di sua mano alcune caratteristiche dei vulcani.

vulcano dall’alto

preparazione della “lava”

Il Sig.Castoro

BGM ripropone la sequenza

MARTEDI
A casa della nonna e a passeggio

MERCOLEDI
Sveglio dalle 10 BGM ha fatto un intero giro di 12h di veglia attiva e costante.
Due ore e mezza di interazione esclusiva in inglese sino alle 15, giochi all’aperto con sabbia, acqua (abbiamo ricreato un piccolo laghetto con pesci e tartarughe.. confermato : gli oggetti pesanti e pieni vanno giù sott’acqua) e foglie, il tutto con sottofondo di musica medievale.
Dopo di che abbiamo raggiunto gli altri bimbi al parchetto, purtroppo, solo un’ora dopo, il tempo ha iniziato a volgere verso il brutto, quindi, rientro in casa : pittura a tempera della pasta.
Prendendo un contenitore delle uova abbiamo ripreso l’idea dell’abaco : in ogni scomparto il piccolo koala ha inserito un numero progressivo di pasta favorito anche dalla distinzione cromatica [nel primo – colore bianco – uno solo, nel secondo – colore arancione – due, e così via].
Era necessario un bel bagno, si, ma… en français. Abbiamo interagito anche con i nonni per un’ora in mezza solo in francese (BGM ha voluto vedere anche un episodio di Didou).
Cena e interazione con i pupazzi e le loro parole, lettura de “il topo di campagna” e shhhhhhhhh buon riposo

Nuovo progetto

Eccomi!
Non sono sparita!

Questi ultimi 10 giorni sono volati!

Cosa c’è nella pentola che bolle?

Un nuovo progetto!

Sotto l’egida di Mammole, questa notte è nato un blog, ora è piccolino piccolino, ha emesso solo i primi vagiti ma con il tempo si riempirà di contenuti e non solo miei (anzi) ma di altri blogger, di esperienze di mamme, di interviste a esperti, etc.
l’approccio è circolare, si parla di tutto ciò che inerisce ad un modo di vivere e di agire in linea con il natural e il consapevole

In attesa dei primi veri passi,
se vi va,
venite a trovarmi qui http://www.mammole.it/blogmamma/

Un abbraccio

Ouverture des saponettes

Domenica è finalmente ritornato Papà Folletto dopo quasi una settimana di lontananza da casa!
Nell’attesa del suo arrivo, abbiamo presenziato ad uno spettacolo…come posso definirlo… spettacolare?!

Ouverture des saponettes è appunto il titolo.
Bolle di sapone e acqua unite in una danza divertente al ritmo di musica
e poi quante risate!

Purtroppo non abbiamo potuto rimanere sino alla fine,
la lontanza del papà ha scatenato alcune reazioni sul piccolo koala
il quale in svariate occasioni durante la scorsa settimna, ha mostrato una prorompente commozione sfociante nel pianto, durante l’ascolto di determinate melodie.
Un giro di luci troppo veloce e l’inizio di una composizione musicale ha sortito il medesimo effetto.

Le bolle di sapone ci hanno fatto divertire… questa settimana la dedicheremo ad esse…

Alla prossima!

Il lunedì, un inizio musicale

Non è lunedì ma per me (e penso per molti) è come se lo fosse,
è un inizio di settimana,
quella con i ritmi che conosciamo
Ecco il mio proposito settimanale :

Schumann Kinderszenen (1/2); 1st-7th movements; Horowitz
….reminescenze per adulti da parte di un adulto..
Musica (per ma soprattutto) sull’infanzia
un viaggio per ricordare e riscoprire