Storie e Viaggi per 20 regioni

La terza classe (primaria) si sta affacciando.

I ritmi e le dinamiche dell’homeschooling sono 

diversi, peculiari, unici, personali.

Per questo motivo, per noi, niente “compiti delle vacanze”.

Si continua col programma.

Geografia.

Oltre allo studio sugli ecosistemi,

inauguriamo l’approfondimento sulle nostre regioni d’Italia.

Accompagnati dal testo “Storie per 20 regioni

ed. Erickson 

iniziamo uno studio (fisicamente e dal vivo)

del nostro territorio.

Ovviamente, partiamo con il Piemonte

e, ancora più nel dettaglio, col paese in cui viviamo.

Ne conosciamo le strade, i sentieri, la natura

le realtà architettoniche 

(quest’ultimo aspetto, però, lo accenno senza soffermarmi troppo 

perché sono in corso molti approfondimenti di più ampio respiro,

 di cui parlerò a tempo debito)

PRATO NEVOSO – FRABOSA

Altra prospettiva piemontese,

quella montanara.

Poiché siamo letteralmente abbracciati dalle Alpi Marittime,

nasciamo con un’immagine interiore di ricerca di cime ed altitudini.

Prato Nevoso è una realtà prettamente turistica che 

offre spunti ed attrazioni per ogni esigenza (famiglie, giovani, coppie, anziani)

Pista per skateboard offerta gratuitamente in vetta.

A fianco, un rifugio con area bimbi, sdraio, ombrelloni.

Non mi fermo ad elencare la lunga offerta della conca

(anche qui, per ogni gusto ed età),

dal piccolo parto avventura (minimo 120 cm),

ai campi da calcio e tennis, 

dalla possibilità di fare escursioni a cavallo,

al minigolf, 

dai centri di ristoro e relax al campo da golf

(a breve, inizieranno poi ulteriori attività aperte al pubblico

come pilates, yoga, etc.)

Per chi ama il lato più  solitario ed introspettivo della montagna,

non mancano i sentieri (più o meno tracciati).

Alcuni sono raggiungibili con la seggiovia,

altri più isolati e “selvaggi”

in cui , tra l’altro, raccogliere pinoli (a breve),

 fragoline di bosco, mirtilli selvatici (a breve)

Vista da Malanotte

 Una visita nettamente sportiva e attiva,

in particolare per i nostri bambini

grazie anche alla piscina coperta con vista panoramica 

(bellissima in inverno con sfondo innevato)

La prima puntata si conclude qui.

Non è che l’inizio.

Ah, sono anche in attesa di ricevere la cartina dell’Italia

per creare un cartellone sul quale segnale e appendere le foto 

dei vari posti già visitati o che visiteremo.

Se vi è più comodo,

 possiamo rimanere in contatto anche 

tramite Instagram 

(account: @marikajolie_montessori)

Pietra su pietra si alza un muro, muro su muro si arriva al castello

Ieri pomeriggio visita al Castello
per l’iniziativa “Avventure al Castello”.

Una visita tra fiaba e storia,
mitologia e travestimenti.

1.Panorama; 2. La strega…nelle cucine del castello; 3.Sacchetto di Polvere di Drago

1. Affresco Salone 2. Stemma di Valerano 3.Copricapo 4. Sala Baronale

Gli aspetti buffi e/o interessanti che l’occhio di mamma ha colto sono stati:

– gli interventi del Piccolo Hatha, in vena di perenne dialogo
– lo sguardo di BGM che oscillava tra l’assenza di interesse verso qualsivoglia spiegazione interattiva di tipo teatrale e la scintilla nei suoi occhi durante le narrazioni delle gesta dei principi-guerrieri


È soltanto un altro castello abbandonato. 
– Meera Reed scrutò la desolazione di rovine, macerie, erbacce. 
“No, non è soltanto un altro castello abbandonato.” 
Il pensiero rimbalzò nella mente di Brandon Stark, Bran lo Spezzato. 
“Questo è il Forte della Notte. Ed è l’ultimo confine del mondo.”
George R.R. Martin

Calendario gennaio – febbraio – marzo

Qui di seguito un riepilogo delle attività proposte nella nostra zona.
Il mio memento sempre in aggiornamento.

Borgo medievale Torino

Per gennaio/febbraio :

18 gennaio, ore 15.30 
LA MATTONELLA MEDIEVALE 
Attività consigliata a bambini dai 4 agli 11 anni 
Ci sono molti modi per decorare una casa, un castello o una bottega. Durante l’attività 
queste diverse modalità verranno ricapitolate durante una passeggiata per le vie del Borgo. 
I genitori accompagnatori potranno portarsi la macchina fotografica, mentre i bambini 
avranno delle schede da colorare. Tutti insieme daranno infine vita ad una mattonella inedita, proprio come in un’antica bottega medievale.


Sabato 11-25 gennaio e 15 febbraio, ore 15.30 

L’ESTRO NEL SUONO 
Attività consigliata a bambini dai 4 agli 11 anni 
Nel corso dei secoli la musica ha sempre accompagnato la vita dell’uomo. Nel Medioevo 
melodie scandivano i momenti di lavoro, un banchetto, una festa o una battaglia. Agli 
strumenti più costosi si affiancavano quelli dei contadini, fatti con materiale povero. Dal 
guscio di noci alla zucca e ancora, dalla vescica del maiale, le melodie si fanno garbate ed 
emozionanti. Grazie al supporto di docenti di musica sarà possibile capirne e soprattutto 
ascoltarne il funzionamento, provando a costruire un oggetto musicale. 



Sabato 8 e 22 febbraio, ore 15.30 

MASCHERA DAL BORGO 
Attività consigliata a bambini dai 4 agli 11 anni 
Il Carnevale ha radici lontane, con variazione da regione in regione. Rimane alla base la 
voglia di mascherarsi, prendendo spunto da abiti spesso di epoche passate. In laboratorio i 
bambini costruiranno delle maschere, ispirate ai decori e alle immagini presenti al Borgo. 
fonte : http://www.borgomedioevaletorino.it/documenti/famiglie_2013.pdf


Castello di Rivoli

Week-end’Arte al Castello di Rivoli
Specie di spazi
Sabato 18 gennaio 2014 ore 15.30, Domenica 19 gennaio 2014 ore 15
Fonte http://castellodirivoli.org/articolo/week-endarte-per-le-famiglie/

 Fondazione Sandretto Re Rebaudengo

Domenica 19 gennaio
* Domenica 16 febbraio
* Domenica 16 marzo
Orario: dalle 16.00 alle 18.00
Le Domeniche per famiglie sono laboratori dedicati ai bambini dai tre ai dieci anni, aperti anche ai genitori: occasioni per vivere insieme gli spazi dell’arte contemporanea in modo attivo e giocoso.

Pinacoteca Agnelli :
19 gennaio : balla su pista
Sulla pista di collaudo dell’ex fabbrica FIAT si eleva lo scrigno progettato da Renzo Piano con le opere della collezione Agnelli, tra le quali “Velocità astratta” del futurista Giacomo Balla, che si impone tra le altre per le forme che suggeriscono lo sfrecciare e il rombo della macchina in corsa. A partire da queste considerazioni e successivamente alla vista delle Fiat 500 pressate di Ron Arad esposte in mostra, in laboratorio i bambini progetteranno di una vera e propria pista, su cui avranno modo di testare le loro macchine futuriste, frutto di un ragionamento sulla raffigurazione del movimento e con l’utilizzo di materiali di recupero al ritmo di musiche rombanti.

26 GENNAIO : IN REVERSE 
Durante la visita introduttiva i bimbi scopriranno la serie sovradimensionata di Cinquecento pressate e trasformate in Pressed Flowers per poi riflettere sulla lista di parole dalla quale è partito l’artista per rapportarsi ai materiali: “Arrotolare, piegare, ripiegare, accorciare, affettare, strappare, scalpellare, dividere, separare”. Così Ron Arad non solo inverte la funzione degli oggetti sui quali lavora, ma offre loro nuova vita. Durante il laboratorio ogni bambino avrà modo di decorare e costruire una macchinina di carta con l’aiuto di un’immagine sul foglio e in un secondo momento procederà come l’artista a pressarla per cambiarne la funzione.


2 FEBBRAIO COLLAGISTA 
Durante la visita saranno analizzate le Pressed Flowers di Ron Arad, paragonandole alle opere di John Chamberlain e Cesar degli anni ’60, e si ragionerà sul senso di profondità e sul caleidoscopio di colori che appare alla vista delle opere esposte. Durante il laboratorio sarà utilizzata la tecnica del collage indagandone le possibilità costruttive e decostruttive e creando una composizione di oggetti a partire da ritagli di giornali e riviste. Attraverso la scelta di forme, colori e figure, e la loro scomposizione e ricomposizione su cartoncino, ogni bambino avrà la possibilità di realizzare il proprio collage.

9 FEBBRAIO ERBARIO CONTEMPORANEO
Il titolo dell’opera di Ron Arad esposta in Pinacoteca Agnelli Dried Flowers comprendente le sei Fiat 500 schiacciate e appiattite, si riferisce “agli stessi metodi per mezzo dei quali i fiori, le piante, le farfalle e gli insetti hanno iniziato a essere conservati nei primi musei: venendo prima schiacciati e poi fissati con aghi, in modo da essere sistemati in modo piacevole ed esposti in vassoi per essere ammirati”. Durante il laboratorio ci si soffermerà su questo aneddoto ragionando sugli erbari. Con l’utilizzo di riccioli di carta, i bambini avranno modo di dar forma ad una personale idea di mazzo di fiori, che verrà successivamente pressato tra le pagine di un libro. Lo stesso verrà poi ricomposto assieme agli altri in un’opera collettiva, per la realizzazione di un erbario contemporaneo.


16 febbraio : in reverse

23 febbraio : balla su pista

2 marzo : collagista

9 marzo : in reverse

16 marzo : balla su pista

23 marzo : erbario contemporaneo

30 marzo : collagista 

fonte : http://pinacoteca-agnelli.it/visit/1134/domeniche-in-pinacoteca/#more


Museo nazionale del cinema, Torino

26 gennaio 2014
Spettacolo di lanterna magica.
Uno spettacolo vario in cui proiezione e narrazione si fondono, per rivivere la magia di quando il cinema non c’era e la lanterna magica proiettava viaggi fantastici e vedute di città lontane e meravigliose, buffi personaggi in movimento e favole dai colori sfavillanti, divertenti trucchi magici e tavole scientifiche, nei capannoni delle fiere ambulanti o sulle pareti dei salotti privati.
Età consigliata: 5-8 anni

Elenco completo delle attività : http://www.museocinema.it/museo_visita.php?id=175






Non solo Teatro, Pinerolo [fonte http://www.nonsoloteatro.com/]

Primo spettacolo ore 10,30 – Secondo spettacolo ore 16,30

Sabato 1 febbraio 2014
NARCISI

C’è una trapunta, forse un grande letto; nel mezzo c’è un grande cuscino, forse una culla; tra i cuscini, un cuscino un po’ speciale che piange, che ride, che piange, che ride… e i capelli? neri, corti, ricci; oppure biondi, rossi, lunghi, pettinati, legati o arruffati… e poi, quanto coraggio ci vuole per dire il primo “no”; il primo “è mio”; per camminare i primi passi senza la mamma? Per crescere insomma.
Crescere giorno per giorno senza farci caso, come si vede dalla foto… già… c’è la sua foto! Ce n’è una per me, una per te, una per ognuno di noi; sono fotografie che raccontano l’avventura del ritagliarsi un proprio modo di essere e di stare dentro questa… trapunta, grande come il mondo.
Età consigliata: da 1 a 4 anni

Sabato 8 febbraio 2014

PON PON
Una mamma gioca con dei gomitoli di lana in un mondo dove tutto è bianco; ma ecco che dal gomitolo più grande nasce Pon Pon… è un batuffolo tutto colorato, caldo, soffice, tenero e curioso. Quel gomitolo nuovo è tutto quello che i bambini possono immaginare che sia. I fili di lana si snodano raccontando l’incontro tenero con il cavallino che lo accompagna verso l’avventura. Come in una fiaba, Pon Pon incontra il gatto che gli diventa amico, la papera scherzosa padrona dell’acqua ma… attenzione, c’è sempre un pericolo da superare. La scena è una unica grande composizione di lane: gomitoli piccoli e grandi, matasse, fili e intrecci di diversi colori. Un materiale morbido scelto per suggerire la tenerezza dell’infanzia. Un materiale colorato per raccontare la ricchezza e la varietà degli incontri.
Età consigliata: da 2 a 4 anni


Domenica 12 gennaio 2014

A PROPOSITO DI PITER PAN 

Età consigliata: dai 3 anni
Domenica 19 gennaio 2014
ore 16,30
LA BELLA E LA BESTIA 

Età consigliata: dai 5 anni

Domenica 26 gennaio 2014
ore 16,30
PICCOLO ASMODEO 

Età consigliata: dai 5 anni


Compagnia melarancio, spettacoli a saluzzo  :

FAMELICO LUPO
Compagnia Il Melarancio
Domenica 12 gennaio 2012 – ore 17.00

IL CAMPANELLO MAGICO
I burattini di Mattia
Domenica 26 gennaio 2014 – ore 17.00

LA GRANDE PROVA 
DI PESCIOLINO AZZURRO
Teatro Manomagica
Domenica 9 febbraio 2014 – ore 17.00




Da tenere d’occhio : http://www.ludosofici.com/index.php

In ordine cronologico :

Gennaio :



– Sabato 11 ore 15.30 
L’ESTRO NEL SUONO,
Borgo Medievale, Torino


–  12 gennaio 2012 – ore 17.00
 FAMELICO LUPO
Compagnia Il Melarancio, Saluzzo


  12 gennaio 2014
Pinerolo


– 15 gennaio h 17.30


– 18 gennaio, ore 15.30 
LA MATTONELLA MEDIEVALE, 
Borgo Medievale, Torino


– 18 gennaio, Castello di Rivoli


– 19 gennaio, Castello di Rivoli

– 19 gennaio 2014 ore 16,30 LA BELLA E LA BESTIA Pinerolo


– 19 gennaio : balla su pista,
Museo dell’automobile, Torino


– 19 gennaio, ore 16 – 18 
Fondazione Sandretto Re Rebaudengo 

– 22 gennaio h 17.30


– 25 gennaio ore 15.30 
L’ESTRO NEL SUONO,
Borgo Medievale, Torino


– 26 gennaio 2014 – ore 17.00 
IL CAMPANELLO MAGICO
I burattini di Mattia
Saluzzo


– 26 gennaio 2014
ore 16,30PICCOLO ASMODEO 
Pinerolo
 

– 26 gennaio 2014
Spettacolo di lanterna magica.
Museo del cinema, Torino


– 26 gennaio, In Reverse
Museo dell’automobile, Torino


– 29 gennaio h 17.30


Febbraio :



– Sabato 1 febbraio 2014 
NARCISI
Pinerolo


– 2 febbraio, Collagista
Museo dell’automobile, Torino


– 8 febbraio, PON PON
Pinerolo


–  8 Febbraio, MASCHERA DAL BORGO,
Borgo medievale

– 9 febbraio, LA GRANDE PROVA 
DI PESCIOLINO AZZURRO
Saluzzo


– 9 febbraio, erbario contemporaneo
museo dell’automobile, Torino


– 15 febbraio, ore 15.30 
L’ESTRO NEL SUONO, Borgo Medievale, Torino


– 16 febbraio : in reverse, Pinacoteca Agnelli, Torino


– 16 febbraio Fondazione Rebaudegno 


– 22 febbraio, ore 15.30 MASCHERA DAL BORGO,
Borgo medievale, Torino


– 23 febbraio : balla su pista, Pinacoteca Agnelli, Torino


Marzo :



– 2 marzo : collagista, Pinacoteca Agnelli, Torino


– 9 marzo : in reverse, Pinacoteca Agnelli, Torino


– 16 marzo : balla su pista, Pinacoteca Agnelli, Torino

– 16 marzo Fondazione Rebaudengo


– 23 marzo : erbario contemporaneo, Pinacoteca Agnelli, Torino


– 30 marzo : collagista, Pinacoteca Agnelli, Torino
– in continuo aggiornamento –

La Luce, gli Insetti, gli Animali, I Dinosauri…Noi

C’è un bambino che quando vede la luna punta il dito verso di essa
esclamando  “ooo” seguita  “aaa”.

Ecco, io non saprei esprimerla meglio, questa meraviglia!

La luna!
Il primo quarto (la scorsa settimana), per la sua gioia, visibile anche di giorno.

La luce, a quanto pare, è il filo conduttore di queste giornate,

sia nel suo lato attivo, come nel caso della luna e del sole,

sia nel suo lato “passivo” e qui entra in gioco la fotosensibilità, questione su cui BGM sta muovendo i primi passi accompagnato da insetti e animali con questa peculiarità.

E così ci troviamo a creare scenari con scarafaggi, ma anche topi, ragni, serpenti, rapaci, pipistrelli… tutte miniature, ovviamente.

Scarafaggi, insetti scorpioni vanno per la maggiore, tant’è che sta giungendo l’interesse a scoprire la loro anatomia (esoscheletro, etc.)

Lo scarafaggio è stato anche riconosciuto sulla copertina di un libro di mamma :

Le metamorfosi di Kafka.

E’ stato piacevole poter parlare di quel libro con BGM,

leggerne alcune parti insieme, commentare (chiaramente sui punti che possono colpire ed interessare un 4enne).

Una fotocopia ingrandita di una pagina dell’encicolepia degli animali ci sta aiutando a rispondere alle domande che sorgono

“Lo scorpione a che classe appartiene? Il ragno è un insetto?” etc.

Sabato Papà e BGM hanno ricreato in giardino un prototipo di habitat per serpenti e compagnia bella

particolare

Il piccolo Hatha ed io ci siamo occupati d’altro (orto, altalena, sassi,…), ma, son sincera, non riuscivo a non gettare degli sguardi sulla dedizione e la complicità che emanavano.

Insomma, gli animali qui non mancano e i loro versi sono sulla bocca di tutti, da BGM al piccolo Hatha (più che altro preso dal Muuuu della mucca e il Maaa del gatto, versi estesi a tutti gli altri animali),

ma non abbiamo dimenticato i dinosauri, ci mancherebbe!

Non a caso, euforici per la proroga della mostra torinese, siamo andati a risalutarli!

Al di là delle gite e delle scoperte, per così dire, “esteriori”,

c’è un gran lavorio interiore, silente ma poderoso.

Penso al Piccolo Hatha che si prodiga in attività con una ripetitività catartica : passare lo straccio, usare la scopetta, tagliare il pane, impilare i bicchiere, incastrare le forme.

Il 4 novembre, due giorni dopo il compimento del suo primo anno, si è sentito pronto per lasciare la mano e camminare da solo negli ambienti che conosce.

La scorsa settimana ha accolto tutto ciò.

Questa in corso ce le sta ancora riservando, insieme ad altro

Museo della Magia

Cherasco,
vicina a noi, ma mai esplorata.
La adoriamo!!
L’abbiamo scoperta grazie al 

ricco di opportunità di interazione,
grazie a video touch screen 
esposizioni originali

…ehm…
animali messi in gabbi da salvare!!

cere per ricostruire informazioni
storico-biografiche

materiali originali

filmati d’epoca

dimostrazioni di…sedute spiritiche..
alias : il magnetismo!

sale ampie

e,
sorpresa,
uno spettacolo finale di magia!

Cherasco, però, non è solo questo!
E’ un tripudio di storia, arte e gastronomia!
Affido a questo link il riassunto delle cose da vedere.
Io non vedo l’ora di fare un salto al giardino dei semplici!
Un percorso sensoriale da cui lasciarsi inebriare!
Finita la visita al Museo della Magia,
abbiamo fatto un salto presso
L’enoteca Patrito,
un caposaldo del posto,
dove abbiamo degustato specialità locali

……..
Chi ha saputo resistere ai Baci di Cherasco?
———

Il prossimo appuntamento che ho annotato sull’agenda riguarda
la 19° edizione del Mercato del Giocattolo Antico e del Modellismo d’occasione 
nonché la
1ª edizione del Mercato Carta, Carta, Carta… 
da collezione Libri, fumetti, cartoline, stampe, manifesti, pubblicità…
il 13 ottobre!

Rievocazione Longobarda

Domenica 18,
abbiamo fatto un tuffo nel passato!
Ci siam ritrovati tra tende e duelli
tra il popolo dei barbalunga :
i longobardi!
tenda accampamento

ingresso villaggio

duello

Oltre a poter maneggiare spade e provare a scoccare frecce,
ci si sentiva coinvolti nell’atmosfera storica,
tra calici, elmi e tessiture.
Complimenti a Villar San Costanzo,
visto l’interesse di BGM, d’ora in poi 
mi terrò aggiornata sul